Mezzi Alternativi di Risoluzione delle Controversie in Spagna
Home Articoli Mezzi Alternativi di Risoluzione delle Controversie in Spagna

Mezzi Alternativi di Risoluzione delle Controversie in Spagna

Alternative Dispute Resolution (ADR) in Spagna: Come Funziona la Risoluzione Alternativa delle Controversie e Quali sono gli Strumenti

L’Alternative Dispute Resolution (ADR), conosciuta in italiano come Risoluzione Alternativa delle Controversie, rappresenta un insieme di strumenti e tecniche che consentono di risolvere le dispute al di fuori dei tradizionali tribunali. In Spagna, l’ADR ha acquisito un’importanza crescente nel sistema giuridico, offrendo soluzioni più rapide, economiche e meno conflittuali rispetto ai procedimenti giudiziari ordinari. Mentre i termini e le pratiche possono variare tra i diversi paesi, l’obiettivo rimane comune: facilitare la risoluzione delle controversie in modo efficiente ed efficace. Questo articolo si propone di fornire un quadro chiaro ed esaustivo sugli strumenti alternativi di risoluzione delle controversie in Spagna, esplorando le varie opzioni disponibili e la loro applicabilità nel contesto legale e commerciale spagnolo.

Due avvocati discutono di documenti legali, con un martelletto in primo piano, rappresentando ADR in Spagna.

Cos’è l’Alternative Dispute Resolution (ADR)

L’Alternative Dispute Resolution (ADR), o Risoluzione Alternativa delle Controversie, è un insieme di tecniche che permettono di risolvere le dispute senza ricorrere ai tribunali tradizionali. In Spagna, i mezzi alternativi di risoluzione delle controversie, noti come MASC, includono vari strumenti come la mediazione, la conciliazione e l’arbitrato. A differenza della risoluzione giudiziale, l’ADR in Spagna offre flessibilità, riduzione dei tempi e dei costi, e consente di mantenere relazioni positive tra le parti coinvolte.

L’ADR si distingue per la possibilità di trovare soluzioni extragiudiziali con l’intervento di un terzo neutrale o attraverso negoziazioni dirette tra le parti. I vantaggi principali dell’utilizzo di mezzi alternativi per la risoluzione delle controversie in Spagna sono molteplici:

  • La flessibilità consente di adattare il processo alle esigenze specifiche delle parti;
  • La rapidità e i costi inferiori rispetto ai procedimenti giudiziari tradizionali rendono l’ADR una scelta conveniente;
  • La natura collaborativa di questi metodi aiuta a preservare le relazioni commerciali e personali.

La risoluzione alternativa delle controversie, in Spagna e non, rappresenta dunque un’alternativa efficace alla risoluzione giudiziale delle controversie, promuovendo soluzioni rapide e consensuali.

Per le aziende internazionali che operano in Spagna, comprendere e utilizzare l’ADR può risultare complesso. Lo studio Lawants offre una consulenza preliminare per la risoluzione extragiudiziale delle controversie, aiutando a identificare il metodo ADR più adatto alle vostre esigenze. La nostra esperienza garantisce soluzioni rapide ed efficaci. Contattaci per una consulenza personalizzata.

Consulenza preliminare per la risoluzione extragiudiziale delle controversie

Assistenza legale nelle controversie civili e commerciali Al fine di scongiurare l’avvio di controversie legali, perseguiamo soluzioni pratiche per individuare, […]

Leggi di più… from Consulenza preliminare per la risoluzione extragiudiziale delle controversie

Scopri di più

Legislazione sulla Mediazione Civile e Commerciale in Spagna

La Ley 5/2012 sulla mediazione civile e commerciale rappresenta un pilastro fondamentale nella risoluzione delle controversie in Spagna. Questo decreto ha dato attuazione alla Direttiva 52/2008/CE, regolamentando in modo completo la materia della mediazione civile e commerciale in Spagna (ne abbiamo parlato nel confronto tra la mediazione civile e commerciale in Italia e Spagna) e introducendo una definizione chiara e uniforme. La mediazione è vista come uno strumento efficace per risolvere le dispute in modo extragiudiziale, promuovendo soluzioni consensuali e riducendo i tempi e i costi associati ai procedimenti giudiziari tradizionali.

Una delle principali differenze tra la legislazione spagnola e quella italiana riguarda l’obbligatorietà della mediazione. In Spagna, la mediazione è generalmente volontaria, sebbene possa diventare una condizione di procedibilità in determinate circostanze. Al contrario, in Italia, la mediazione è obbligatoria per alcune tipologie di controversie. Inoltre, i requisiti per i mediatori differiscono significativamente: mentre in Spagna non è necessario che il mediatore sia iscritto a un organismo specifico, il legislatore incentiva comunque l’iscrizione per garantire la competenza tecnica del mediatore.

La legge spagnola prevede anche che la mediazione possa essere utilizzata nelle controversie transfrontaliere, escludendo però le materie penali, amministrative, lavorative e fallimentari. Questo approccio flessibile consente alle parti di adattare il processo alle loro esigenze specifiche, favorendo soluzioni più rapide ed efficaci. La Ley 5/2012 ha quindi segnato un importante passo avanti nella promozione della risoluzione alternativa delle controversie in Spagna, ponendo le basi per un sistema giuridico più efficiente e accessibile.

Mezzi Alternativi di Risoluzione delle Controversie in Spagna

In Spagna, i mezzi alternativi di risoluzione delle controversie (MASC) offrono una varietà di strumenti per risolvere le dispute al di fuori del sistema giudiziario tradizionale. Tra questi, la mediazione, la conciliazione e l’arbitrato sono i più comuni.

La mediazione, regolata dalla Ley 5/2012, permette alle parti di trovare un accordo con l’aiuto di un mediatore neutrale. La conciliazione, invece, può essere condotta da qualsiasi soggetto con competenze tecniche e giuridiche, come avvocati o assistenti sociali, e mira a trovare una soluzione accettabile per entrambe le parti. Un altro strumento è l’offerta vincolante riservata, dove una parte può fare un’offerta all’altra che ha un mese di tempo per accettarla. Se l’offerta non viene accettata e si va in giudizio, chi ha fatto l’offerta può chiedere l’esonero dalle spese processuali se la decisione finale è conforme all’offerta iniziale.

L’opinione neutrale di un esperto indipendente è un ulteriore mezzo, dove un esperto fornisce un parere non vincolante che può aiutare le parti a raggiungere un accordo. Altre tipologie di attività negoziale includono la negoziazione diretta tra le parti o tramite i loro legali. Questi strumenti sono considerati condizioni di procedibilità in molte controversie civili e commerciali in Spagna. L’uso dei MASC non solo facilita una risoluzione più rapida ed economica delle controversie, ma contribuisce anche a mantenere buone relazioni tra le parti coinvolte. Vediamoli insieme nello specifico.

Mediazione

La mediazione è uno dei principali strumenti di risoluzione alternativa delle controversie in Spagna. Questo processo coinvolge un mediatore neutrale che facilita la comunicazione tra le parti in conflitto, aiutandole a raggiungere un accordo amichevole. La mediazione è regolata dalla Ley 5/2012, che stabilisce le linee guida per la mediazione civile e commerciale.

Uno degli aspetti fondamentali del processo di mediazione è la buona fede, che richiede alle parti di partecipare con l’intenzione genuina di risolvere la disputa. Il successo della mediazione dipende in gran parte dall’imparzialità del mediatore e dalla volontà delle parti di collaborare. Le statistiche mostrano che la mediazione ha un alto tasso di successo, spesso superiore al 70%, grazie alla sua natura flessibile e meno formale rispetto ai procedimenti giudiziari tradizionali.

Inoltre, la mediazione permette di risolvere le controversie in tempi più brevi e con costi inferiori, mantenendo al contempo le relazioni tra le parti coinvolte. Questo rende la mediazione una scelta privilegiata per molte aziende e individui che cercano soluzioni rapide ed efficaci alle loro dispute legali.

Conciliazione

La conciliazione è un altro importante strumento di risoluzione alternativa delle controversie in Spagna, distinto dalla mediazione per alcune caratteristiche fondamentali. Mentre la mediazione si basa sulla facilitazione del dialogo tra le parti da parte di un mediatore neutrale, la conciliazione prevede un ruolo più attivo del conciliatore, che può proporre soluzioni specifiche per risolvere la disputa.

Il processo di conciliazione inizia con la presentazione delle proposte di soluzione da parte del conciliatore, il quale può essere un avvocato, un ufficiale di stato civile, un assistente sociale o un mediatore iscritto in un organismo professionale. Il conciliatore deve possedere competenze tecniche e giuridiche adeguate e agire in maniera neutrale e imparziale. Durante il processo, il conciliatore formula soluzioni possibili e, in caso di accordo, richiede agli avvocati delle parti di redigere i documenti legali corrispondenti. L’accordo viene poi firmato dal conciliatore insieme alle parti e ai loro legali.

Se le parti non riescono a raggiungere un accordo, il conciliatore rilascia una certificazione che attesta l’avvenuta conciliazione. In caso di mancata partecipazione di una delle parti, questo viene indicato nel certificato, che può essere richiesto dall’altra parte. La conciliazione si distingue anche per la sua flessibilità e per la possibilità di svolgersi al di fuori del contesto giudiziario.

Affidarsi a esperti è fondamentale per navigare il panorama dell’ADR in Spagna. Lawants fornisce una consulenza preliminare per la risoluzione extragiudiziale delle controversie, supportando le aziende nella scelta tra mediazione, conciliazione o arbitrato. Ottieni il massimo beneficio dalle nostre competenze legali. Contattaci!

Consulenza preliminare per la risoluzione extragiudiziale delle controversie

Assistenza legale nelle controversie civili e commerciali Al fine di scongiurare l’avvio di controversie legali, perseguiamo soluzioni pratiche per individuare, […]

Leggi di più… from Consulenza preliminare per la risoluzione extragiudiziale delle controversie

Scopri di più

Arbitrato

L’arbitrato è un metodo di risoluzione delle controversie in cui le parti coinvolte accettano di affidare la decisione a uno o più arbitri neutrali, i quali emettono un lodo vincolante. Questo processo si distingue dalla mediazione e dalla conciliazione per il fatto che l’arbitro ha il potere di prendere una decisione definitiva sulla disputa, simile a quella di un giudice, ma in un contesto privato.

Il processo arbitrale inizia con l’accordo delle parti di ricorrere all’arbitrato, spesso formalizzato tramite una clausola arbitrale inserita nei contratti commerciali. Gli arbitri, scelti per la loro competenza tecnica e imparzialità, ascoltano le argomentazioni delle parti e valutano le prove presentate. Al termine del procedimento, emettono un lodo che ha valore legale e può essere eseguito come una sentenza giudiziaria.

Rispetto ad altre forme di ADR, l’arbitrato offre diversi vantaggi: la procedura è generalmente più rapida e meno formale rispetto ai tribunali ordinari, garantendo al contempo una certa flessibilità nel condurre il processo. Inoltre, la riservatezza è un aspetto cruciale dell’arbitrato, proteggendo le informazioni sensibili delle parti coinvolte.

Tuttavia, l’arbitrato presenta anche alcuni svantaggi. I costi possono essere elevati, specialmente se gli arbitri scelti sono esperti di alto livello. Inoltre, la decisione arbitrale è definitiva e limitatamente appellabile, il che significa che le parti hanno poche possibilità di ricorso in caso di disaccordo con il lodo emesso.

Offerta Vincolante Riservata

L’offerta vincolante riservata è un metodo di risoluzione delle controversie in cui una delle parti coinvolte propone una soluzione formale e vincolante all’altra parte, mantenendo il contenuto dell’offerta riservato. Questo strumento prevede che la parte destinataria dell’offerta abbia un periodo di tempo, generalmente un mese, per accettare o rifiutare la proposta.

Il processo inizia con la formulazione dell’offerta, che deve essere documentata in modo preciso e notificata alla controparte. Durante il periodo di validità dell’offerta, le parti possono negoziare ulteriormente, ma l’offerta stessa rimane vincolante. Se l’offerta viene accettata entro il termine stabilito, le parti sono tenute a rispettarne i termini e l’accordo raggiunto assume valore legale.

Uno dei principali vantaggi dell’offerta vincolante riservata è la possibilità di risolvere rapidamente una controversia senza dover ricorrere ai tribunali, riducendo così tempi e costi. Tuttavia, questo metodo richiede una chiara formulazione dell’offerta e una buona fede da entrambe le parti durante il processo negoziale.

Le conseguenze legali dell’accettazione dell’offerta sono significative: l’accordo diventa vincolante e le parti devono rispettarne i termini. In caso di rifiuto o mancata risposta, la parte proponente ha il diritto di adire le vie legali e può chiedere al tribunale di considerare l’atteggiamento della controparte nella decisione sulle spese processuali. Se l’offerta non accettata era ragionevole e conforme alla decisione finale del tribunale, la parte proponente potrebbe essere esonerata dalle spese processuali o vederle ridotte.

Opinione Neutrale di un Esperto Indipendente

L’opinione neutrale di un esperto indipendente è un metodo di risoluzione delle controversie che prevede il coinvolgimento di un professionista imparziale per fornire una valutazione non vincolante su questioni legali o tecniche. In Spagna, la selezione dell’esperto indipendente avviene con il consenso di entrambe le parti coinvolte nella controversia, assicurando così l’imparzialità e la competenza del valutatore.

Il processo inizia con la scelta dell’esperto, che deve possedere competenze specifiche e rilevanti per la materia oggetto della disputa. Una volta selezionato, l’esperto esamina attentamente tutte le informazioni e i documenti pertinenti forniti dalle parti. Successivamente, formula un parere dettagliato che può riguardare aspetti legali, tecnici o finanziari del caso. È importante sottolineare che l’intero processo di valutazione è condotto in modo riservato, e il parere finale dell’esperto rimane confidenziale.

A differenza dei sistemi giuridici anglofoni, dove la valutazione neutrale non comporta necessariamente conseguenze legali se ignorata, in Spagna l’opinione dell’esperto indipendente può avere un impatto significativo. Se una delle parti non accetta il parere, l’esperto lo documenta formalmente, e tale documentazione può essere utilizzata nel successivo procedimento giudiziario. Inoltre, se il parere viene accolto da entrambe le parti, può essere approvato dal tribunale o elevato a atto pubblico da un notaio, conferendo così valore legale all’accordo raggiunto.

L’uso dell’opinione neutrale di un esperto indipendente offre numerosi vantaggi, tra cui la possibilità di ottenere una valutazione professionale e imparziale senza dover ricorrere immediatamente ai tribunali.

Questo metodo contribuisce a ridurre i tempi e i costi della risoluzione delle controversie, mantenendo al contempo la riservatezza e la buona fede delle negoziazioni.

Altre Tipologie di Attività Negoziale

In Spagna, oltre ai mezzi di risoluzione delle controversie tipizzati legalmente come la mediazione, la conciliazione e l’arbitrato, esistono altre forme di attività negoziale che non sono rigidamente definite dalla legge. Queste includono vari tipi di negoziazione diretta tra le parti coinvolte in una disputa, senza l’intervento obbligatorio di un terzo neutrale.

La negoziazione diretta rappresenta una delle forme più flessibili di risoluzione delle controversie. In questo contesto, le parti si impegnano a trovare un accordo extragiudiziale discutendo direttamente tra loro o con l’assistenza dei loro avvocati. Questo metodo può essere particolarmente efficace quando le parti hanno un buon livello di fiducia reciproca e desiderano mantenere relazioni commerciali o personali.

Un esempio pratico di negoziazione diretta è la proposta di una soluzione negoziale inviata da una parte all’altra, specificando chiaramente la data, il contenuto e l’identità del proponente. Tale proposta può essere formulata in modo formale o informale, a seconda delle esigenze e delle circostanze del caso. Se la controparte accetta la proposta, le parti possono redigere un accordo scritto che stabilisca i termini della risoluzione della controversia.

Un altro esempio è la negoziazione assistita dagli avvocati delle parti, che possono agire come mediatori informali per facilitare il dialogo e trovare una soluzione accettabile per entrambe le parti. Questa modalità può essere particolarmente utile quando le questioni legali sono complesse e richiedono una comprensione approfondita del diritto applicabile.

L’applicabilità della negoziazione diretta varia a seconda della natura della controversia e della disponibilità delle parti a collaborare in buona fede. È importante sottolineare che, affinché queste attività negoziali abbiano successo, le parti devono impegnarsi a rispettare il principio di buona fede durante tutto il processo.

Queste forme di attività negoziale non tipizzate legalmente offrono alle parti maggiore libertà e flessibilità nel trovare soluzioni personalizzate alle loro controversie. Tuttavia, è essenziale che qualsiasi accordo raggiunto attraverso questi metodi sia documentato in modo adeguato per garantirne l’esecutività legale.

Silhouette di due uomini che discutono davanti a una finestra, rappresentando l'uso di mezzi alternativi di risoluzione delle controversie in Spagna.

Condizione di Procedibilità

La condizione di procedibilità è un requisito essenziale per l’avvio di un’azione civile in Spagna. Questo principio impone che, prima di poter adire le vie legali, le parti coinvolte in una controversia devono dimostrare di aver tentato una risoluzione extragiudiziale attraverso mezzi adeguati di risoluzione delle controversie, come la mediazione o la conciliazione.

La legge spagnola stabilisce che l’oggetto della domanda nello strumento adeguato e nella successiva azione giudiziaria deve essere lo stesso, anche se le pretese possono variare. Per dimostrare l’avvenuta attività negoziale, le parti devono fornire documentazione adeguata, come verbali di mediazione o certificati di conciliazione. Questi documenti attestano che le parti hanno partecipato in buona fede al processo negoziale. In caso di mancata partecipazione o rifiuto da parte di una delle parti, il mediatore o il conciliatore può rilasciare una certificazione che lo attesti.

A differenza del sistema italiano, dove è richiesta un’identità totale tra oggetto e pretese nella domanda giudiziale e nello strumento negoziale, il modello spagnolo offre maggiore flessibilità. Questa differenza consente di evitare una eccessiva processualizzazione dell’attività di mediazione, mantenendo il processo più snello e adattabile alle specifiche esigenze delle parti.

Uno dei principali vantaggi del modello spagnolo è la possibilità di ricorrere a diverse forme di attività negoziale non tipizzate legalmente, come la negoziazione diretta tra le parti o l’offerta vincolante riservata. Questo approccio permette alle parti di scegliere lo strumento più adatto alla loro situazione specifica, aumentando le probabilità di raggiungere un accordo senza dover ricorrere ai tribunali.

Inoltre, la condizione di procedibilità può essere considerata assolta anche quando l’attività negoziale viene svolta direttamente dai legali delle parti assistite. Questo aspetto è particolarmente rilevante in contesti complessi dove l’assistenza legale è fondamentale per garantire una risoluzione equa e conforme alle norme giuridiche.

Applicabilità e Limiti della Legislazione ADR in Spagna

Il disegno di legge spagnolo sui mezzi alternativi di risoluzione delle controversie (ADR) ha un’ampia applicabilità, estendendosi a varie tipologie di controversie civili e commerciali, inclusi i conflitti transfrontalieri. Tuttavia, sono escluse le materie lavorative, penali, fallimentari e amministrative. Questo approccio mira a incentivare l’uso degli strumenti ADR per ridurre il carico sui tribunali e promuovere soluzioni più rapide e meno costose.

Una delle caratteristiche distintive della legislazione spagnola è l’obbligatorietà dell’assistenza legale in specifici contesti. Ad esempio, quando si fa ricorso a un’offerta vincolante riservata o quando si partecipa a una mediazione o conciliazione in cui il mediatore o il conciliatore non è un giurista, le parti devono essere assistite da un avvocato. Questo requisito garantisce che i diritti delle parti siano adeguatamente protetti e che le procedure siano condotte in conformità con le norme giuridiche.

Un altro aspetto rilevante è l’estensione della legislazione ADR alle controversie transfrontaliere. Ciò consente a parti straniere di avviare procedure di mediazione in Spagna, se le rispettive leggi nazionali lo consentono. Questo è particolarmente utile per le aziende internazionali che operano in Spagna e che potrebbero trovarsi coinvolte in dispute con controparti locali.

La legislazione spagnola sui mezzi alternativi di risoluzione delle controversie offre un quadro normativo completo e flessibile, favorendo la risoluzione extragiudiziale delle controversie attraverso strumenti come la mediazione, la conciliazione e l’arbitrato. L’obbligatorietà dell’assistenza legale in determinati casi e l’inclusione delle controversie transfrontaliere rappresentano elementi chiave che rendono questo modello particolarmente vantaggioso per le parti coinvolte.

Procedure e Tempi della Risoluzione Alternativa delle Controversie in Spagna

Le procedure di risoluzione alternativa delle controversie (ADR) in Spagna sono strutturate per garantire efficienza e rapidità. Durante l’adozione di un metodo ADR, i termini di prescrizione e decadenza vengono sospesi, riprendendo a decorrere solo alla conclusione della procedura. Questo meccanismo assicura che le parti possano dedicarsi alla risoluzione extragiudiziale senza la pressione dei termini legali.

Una volta avviata una procedura ADR, se entro 30 giorni dalla ricezione della proposta non si è tenuto un incontro iniziale o non è stata fornita una risposta scritta, il processo di negoziazione si considera concluso senza accordo, permettendo così alle parti di portare la questione in tribunale. Allo stesso modo, se trascorrono tre mesi dall’incontro iniziale senza raggiungere un accordo, o se una delle parti comunica per iscritto la fine delle negoziazioni, si può procedere con l’azione legale.

È importante notare che le azioni legali devono essere presentate entro un anno dalla data di ricezione della proposta di soluzione o dalla conclusione della procedura ADR. Questo periodo permette alle parti di valutare attentamente le loro opzioni prima di intraprendere un’azione giudiziaria.

L’obbligatorietà dell’assistenza legale in specifici contesti, come nel caso di offerte vincolanti riservate o mediazioni condotte da non giuristi, garantisce che i diritti delle parti siano adeguatamente tutelati. Inoltre, il legislatore spagnolo prevede la possibilità di avviare procedure ADR tramite videoconferenza per importi inferiori a 600 euro, offrendo una soluzione pratica e accessibile.

Riservatezza e Valore Legale degli Accordi

La riservatezza è un elemento cruciale nel processo di risoluzione alternativa delle controversie (ADR) in Spagna. Durante le procedure di ADR, tutte le comunicazioni e i documenti scambiati tra le parti sono strettamente confidenziali, garantendo che le informazioni sensibili non siano divulgate. Questo principio è fondamentale per creare un ambiente di fiducia che favorisca la risoluzione amichevole delle dispute.

Perché un accordo raggiunto tramite ADR abbia valore esecutivo, deve essere elevato ad atto pubblico da un notaio o approvato giudizialmente da un tribunale. Solo in questo modo l’accordo può essere fatto valere come titolo esecutivo, consentendo alle parti di ricorrere a misure coercitive in caso di inadempimento.

Esiste la possibilità di promuovere un’azione di nullità contro l’accordo raggiunto tramite ADR, ma questa è limitata ai casi in cui vi siano cause che invalidano i contratti secondo il diritto civile spagnolo. Questo include situazioni come il dolo, l’errore, la violenza o l’incapacità delle parti al momento della stipula dell’accordo.

In sintesi, la riservatezza e il valore legale degli accordi sono aspetti fondamentali della risoluzione alternativa delle controversie in Spagna. La confidenzialità garantisce che le negoziazioni possano svolgersi in un clima di fiducia, mentre i requisiti per il valore esecutivo degli accordi assicurano che gli impegni presi siano rispettati e possano essere fatti valere legalmente.

Parola "MEDIATION" in lettere di legno su un grafico finanziario con un martelletto, rappresentante uno dei mezzi alternativi di risoluzione delle controversie in Spagna.

Affidati a Lawants per la Risoluzione Alternativa delle Controversie in Spagna

L’Alternative Dispute Resolution (ADR) riveste un ruolo fondamentale nel contesto giuridico spagnolo, offrendo una via alternativa che alleggerisce il carico dei tribunali e fornisce soluzioni su misura, meno conflittuali per tutte le parti coinvolte. Per le aziende internazionali che mirano a espandersi in Spagna, la comprensione e l’uso efficace dell’ADR possono trasformarsi in un significativo vantaggio competitivo.

Per approfondire l’argomento e ricevere assistenza sulla risoluzione alternativa delle controversie in Spagna, non esitate a contattare lo studio legale Lawants. I nostri esperti sono pronti a offrire consulenza specializzata e supporto nella gestione delle vostre controversie, garantendo soluzioni rapide ed efficaci. Rivolgetevi a noi per trasformare le sfide in opportunità.

La risoluzione extragiudiziale delle controversie rappresenta un’opportunità per risolvere le dispute in modo efficiente. Lawants offre consulenza preliminare per aiutarti a scegliere il miglior metodo ADR e ottenere risultati positivi. Il nostro team di esperti è pronto ad assisterti in ogni fase del processo. Contattaci e scopri come possiamo aiutarti.

Consulenza preliminare per la risoluzione extragiudiziale delle controversie

Assistenza legale nelle controversie civili e commerciali Al fine di scongiurare l’avvio di controversie legali, perseguiamo soluzioni pratiche per individuare, […]

Leggi di più… from Consulenza preliminare per la risoluzione extragiudiziale delle controversie

Scopri di più

Articoli correlati

Open chat
Ciao, come posso aiutarti? Ricorda che possiamo comunicare con te in spagnolo e inglese se ne hai bisogno